Tagliatelle al ragù

Tagliatelle al ragù

Difficoltà: media

Genere: tutte le occasioni

Tempi: 134′

Ingredienti:

  • 350 grammi di tagliatelle
  • 300 grammi di macinato di polpa di manzo
  • 100 grammi di pancetta di maiale dolce
  • ½ bicchiere di vino rosso
  • 1 bicchiere di brodo di carne
  • 5 cucchiai di salsa di pomodoro (triplo o doppio concentrato)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cucchiaio di panna
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe qb

Olio consigliato: Olio extra vergine di oliva con media intensità di amaro e piccante: Blend Nostrana di Brisighella (Emilia Romagna), Bland di Frantoio, Morailo, Leccino (Toscana), Blend Tondina, Dolce di Rossano. Grossa di Cassano (Calabria)

Mettete a soffriggere il trito di pancetta e le verdure in un tegame; aggiungete la carne di manzo e, dopo la rosolatura, versate mezzo bicchiere di vino rosso. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete salsa di pomodoro, sale e pepe a piacere, un bicchiere di brodo di carne e continuate la cottura a fuoco basso aggiungendo la panna. Lasciate cuocere per circa 2h.

In una pentola mettere a bollire dell’acqua salata e, non appena sarà arrivata a bollore, mettete la pasta.

Una volta scolata la pasta, condite con il sugo e servite il piatto caldo.

Spaghetti cacio e pepe

Spaghetti cacio e pepe

Difficoltà: facile

Genere: informale

Tempi: 23′

Ingredienti:

  • 400 grammi di spaghetti
  • 200 grammi di Pecorino romano grattugiato
  • Pepe macinato grosso (quantitativo a piacere)
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale qb

Olio consigliato: Olio extravergine con media intensità di amaro e piccante: Blend di Frantoio, Caninese, Leccino (Lazio), Bland di Itrana (Lazio), Blend Carboncella (Lazio)

 

Portate a bollore l’acqua in una pentola. Preparate una ciotola con dentro il pecorino romano e il pepe nero. Versate gli spaghetti nella pentola. Aggiungete al pecorino e al pepe un po’ di acqua della cottura della pasta e mescolate fino ad ottenere una crema.

Scolate gli spaghetti al dente, versateli nella ciotola e mescolate. Servite immediatamente.

Risotto alla milanese

Risotto alla milanese

Difficoltà: media

Genere: tutte le occasioni

Tempi: 27′

Ingredienti:

  • 400 grammi di riso superfino
  • 50 grammi di midollo di manzo tritato
  • 70 grammi di burro
  • 1 cipolla piccola
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • ½ litro di brodo di carne
  • 2 bustine di zafferano
  • parmigiano grattugiato
  • sale qb

 

Prendete un tegame e fate sciogliere 40gr di burro con il midollo di manzo per 2 minuti circa. Unite al tutto la cipolla tritata e fate appassire a fuoco basso. Lasciate cuocere per altri 3 minuti circa. Poi, alzate la fiamma, aggiungete il riso e mescolate per altri 2 minuti circa. Aggiungete il vino e quando si sarà asciugato iniziate a versare il brodo, poco alla volta, sempre continuando a mescolare per altri 3 minuti circa. Poi alzate la fiamma e proseguite la cottura per altri 15 minuti circa. Aggiungete 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, zafferano e proseguite per un altro minuto la cottura.

Assaggiate il sale e prima di spegnere la fiamma aggiungete il burro avanzato e mantecate.

Servite il piatto caldo con parmigiano a parte.

 

Panzanella

Panzanella

Difficoltà: facile

Genere:informale

Tempi: 25′

Ingredienti:

  • 400 grammi di pane raffermo
  • 2 pomodori
  • 2 cipolle rosse
  • 1 costola di sedano bianco
  • 1 mazzetto di basilico
  • olio extravergine di oliva
  • aceto di vino rosso

 

Olio consigliato: Olio extravergine di oliva con sensazioni di amaro e piccante da medie a intense: Blend di Moraiolo, Leccino, S.felice (Umbria), Blend di Biancolilla, Nocellara del Belice e Cerasuola (Sicilia)

Tagliate il pane in fette non sottili e tenetelo a mollo in acqua fredda 5 minuti. Tagliate i pomodori a fettine, le cipolle il sedano e il basilico. Togliete il pane e strizzatelo per eliminare tutta l’acqua, il pane può essere lasciato a fette oppure ridotto in pezzi. In una ciotola mettete il pane e aggiungete i pomodori, le cipolle, il sedano e il basilico.

Condite con olio extravergine d’oliva, sale, pepe e mescolate.

Servite il piatto aggiungendo una spruzzata di aceto di vino.

 

Spaghetti al pesto

Spaghetti al pesto

Difficoltà: facile

Genere: informale

Tempi: 33′

Ingredienti:

  • 400 grammi di spaghetti
  • 600 grammi di basilico
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 2 cucchiai di pecorino
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 4 patate di piccole dimensioni
  • 10 fagiolini verdi
  • olio extravergine d’oliva
  • sale qb

 

Vino consigliato: Riviera Ligure di Ponente Riviera dei Fiori Pigato Doc
Olio consigliato:
Olio extravergine d’oliva  fruttato leggero: Blend di Taggiasca, Pignola, Razzola (Liguria), Blend di Dole di Rossano, Carolea (Calabria), Blend di Pisciottane e Rotondella (Campania)

 

Lavate le foglie di basilico, possibilmente genovese DOC per un pesto ottimale, asciugatele e lavoratele schiacciandole contro le pareti di un mortaio di pietra insieme con aglio e pinoli.

Dopo questa prima lavorazione, unite i formaggi ed il sale e continuate a pestare fino ad ottenere un composto sufficientemente omogeneo. Quando avrete un composto che somiglia al pesto, diluite il composto utilizzando il pestello con tanto olio extravergine d’oliva, quanto ne serve per ottenere una crema.

Terminata la lavorazione, al momento di condire, allungate il pesto con qualche cucchiaio d’acqua di cottura della pasta. Nonostante il vero pesto alla genovese segue l’antica preparazione col pestello, il pesto riuscirà anche nel caso preferiate utilizzare un frullatore. Ora mettete sul fuoco una pentola d’acqua salata, mettete le patate, precedentemente sbucciate e fatte a fette, e fagiolini. Lasciate cuocere per 15 minuti. Trascorso il tempo richiesto, aggiungete la pasta.

Scolate la pasta al dente insieme alle patate e ai fagioli. Versate tutto in un recipiente e condite con il pesto. Servite il piatto caldo.

Pasta alla norma

Pasta alla norma

Difficoltà: media

Genere: informale

Tempi: 76′ + 60′

Ingredienti:

  • 400 gr di spaghetti
  • 500 grammi sarde fresche diliscate private di teste e code
  • 1 cipolla
  • 40 grammi pinoli
  • 40 grammi uvetta (uva sultanina o uva passa)
  • 3 sarde salate
  • 300 gr di finocchietto selvatico
  • Olio extravergine d’oliva (circa mezzo bicchiere)
  • 2 bustine di zafferano
  • 80 grammi pangrattato abbrustolito

 

Vino consigliato: Etna Rosso o Grillo

Olio consigliato: Olio extravergine di oliva con sensazioni di amaro e piccante da medie a intense: Blend di Moraiolo, Leccino, S.Felice (Umbria), Bland di Frantoio, Moraiolo e Leccino (Toscana)

 

Tagliate le melanzane a fette di circa 3-4 mm di spessore; ponetele su un colapasta, cospargetele di sale grosso e lasciate spurgare 1 ora. Nel mentre grattate la ricotta salata grossolanamente, fino a ottenere delle briciole non troppo piccole. Immergete i pomodori in acqua bollente per 1 minuto, scolate li e spellateli e tagliateli a pezzetti. In un tegame mettete l’olio extravergine di oliva, l’aglio e quando saranno caldi aggiungete il pomodoro e fate cuocere a fuoco medio, mescolando ogni tanto, per 30 minuti. A fine cottura passate il sugo al frullatore e poi tenetelo al caldo. Mettete in apentola abbondatnta acqua salata e lasciate che arrivi a bollore. Intanto in una padella fate friggere in abbondante olio bollente le fettine di melanzana. Scolatele appena prendono colore e asciugatele con la carta per eliminare olio in eccesso. Buttate gli spaghetti nell’acqua che sarà arrivata a bollore, scolateli un pochino al dente e conditeli  e quando conditeli con la salsa di pomodoro e metà della ricotta salata e il basilico. Disponete sopra gli spaghetti le melanzane e la restante ricotta. Servite ben caldo