Pasta alla norma

Pasta alla norma

Difficoltà: media

Genere: informale

Tempi: 76′ + 60′

Ingredienti:

  • 400 gr di spaghetti
  • 500 grammi sarde fresche diliscate private di teste e code
  • 1 cipolla
  • 40 grammi pinoli
  • 40 grammi uvetta (uva sultanina o uva passa)
  • 3 sarde salate
  • 300 gr di finocchietto selvatico
  • Olio extravergine d’oliva (circa mezzo bicchiere)
  • 2 bustine di zafferano
  • 80 grammi pangrattato abbrustolito

 

Vino consigliato: Etna Rosso o Grillo

Olio consigliato: Olio extravergine di oliva con sensazioni di amaro e piccante da medie a intense: Blend di Moraiolo, Leccino, S.Felice (Umbria), Bland di Frantoio, Moraiolo e Leccino (Toscana)

 

Tagliate le melanzane a fette di circa 3-4 mm di spessore; ponetele su un colapasta, cospargetele di sale grosso e lasciate spurgare 1 ora. Nel mentre grattate la ricotta salata grossolanamente, fino a ottenere delle briciole non troppo piccole. Immergete i pomodori in acqua bollente per 1 minuto, scolate li e spellateli e tagliateli a pezzetti. In un tegame mettete l’olio extravergine di oliva, l’aglio e quando saranno caldi aggiungete il pomodoro e fate cuocere a fuoco medio, mescolando ogni tanto, per 30 minuti. A fine cottura passate il sugo al frullatore e poi tenetelo al caldo. Mettete in apentola abbondatnta acqua salata e lasciate che arrivi a bollore. Intanto in una padella fate friggere in abbondante olio bollente le fettine di melanzana. Scolatele appena prendono colore e asciugatele con la carta per eliminare olio in eccesso. Buttate gli spaghetti nell’acqua che sarà arrivata a bollore, scolateli un pochino al dente e conditeli  e quando conditeli con la salsa di pomodoro e metà della ricotta salata e il basilico. Disponete sopra gli spaghetti le melanzane e la restante ricotta. Servite ben caldo